Giosuè Giuppone automobilista (1910)

Anche nel 1910 le corse automobilistiche delle macchine più potenti scarseggiarono e le vetturette furono le indiscusse protagoniste della stagione.

La prima gara in calendario fu la Coppa delle Vetturette in Sicilia a metà Maggio, svolta contemporaneamente alla Targa Florio e vinta da Georges Boillot con 5 minuti di vantaggio su Giosuè Giuppone. La Lion-Peugeot si aggiudicò definitivamente la Coppa Challenge, avendo colto la vittoria in precedenza nel 1908 con Giuppone e nel 1909 con Goux.

L’altra Coppa Challenge in palio, quella Spagnola, fu assegnata due settimane dopo a Jules Goux, vincitore per la seconda volta della Copa Catalunya. Giuppone si piazzò dietro di lui, nuovamente secondo.

Nelle due corse in salita successive, il pilota Italiano si affermò a Béthane in Belgio e si piazzò alle spalle di Boillot in Val Suzon la settimana dopo. Durante i mesi estivi prese parte ai classici meeting della velocità di Ostende, Boulogne e Provenza, cogliendo gli ultimi allori della sua carriera.

Le ultime gare dell’anno videro i trionfi della Hispano-Suiza, che vinse la Coppa delle Vetturette di Ostende e la Coupe de l’Auto con Paolo Zuccarelli, pilota di Milano stabilitosi anche lui in Francia. Nel 1911 fu ingaggiato dalla Lion-Peugeot per occupare il posto lasciato vacante nella squadra corse da Giosuè Giuppone, deceduto durante le prove della Coppa delle Vetturette Francese.

Gare 1910

Coppa Challenge delle Vetturette

Grande Circuito delle Madonie, Palermo (Italia)
Vetturette

Il primo evento europeo della stagione automobilistica sportiva fu la Targa Florio, corsa in contemporanea con la Coppa Challenge delle Vetturette sul difficilissimo tracciato Siciliano delle Grandi Madonie. Le due prove si corsero insieme a causa del numero esiguo di iscritti, appena cinque alla Targa e otto alla Coppa delle Vetturette; i partenti si ridussero ulteriormente allo start, dove l’equipe De Dion preferì non presentarsi lasciando alla Lion-Peugeot la facile conquista definitiva della Coppa Challenge, avendola vinta in precedenza nel 1908 con Giuppone e nel 1909 con Goux.

La partenza fu data alle otto e mezzo alla Sigma pilotata da De Prosperis, a cui seguirono intervallati di 10 minuti, la FIAT con Cravioli, la Lion-Peugeot con Giosuè Giuppone, la SPA con De Seta (sotto lo pseudonimo di Niki), la Lancia con Olsen, la Franco con Cariolato, e le altre due Lion con Boillot e Goux.

1910 Coppa Vetturette Sicilia - Giuppone su Lion-Peugeot alla partenza
Giosuè Giuppone alla partenza della Coppa delle Vetturette in Sicilia

Durante il primo giro si ritirarono De Seta, in panne a Castelbuono, e Craviolo con un asse rotto a Caltavuturo. Le vetturette affidate a piloti professionisti ebbero presto la meglio sulle più potenti vetture guidate da gentlemen e dilettanti. Alle ore 11:37 passò per primo sul traguardo Giuppone, preceduto da un colpo di cannone che ne preannunciava l’arrivo. Senza fermarsi al rifornimento, continuò verso Cerda per il secondo giro. Dopo circa quaranta minuti passò Boillot che, partito per ultimo, migliorò il record sul giro di Sizaire del 1908. Gli seguirono Cariolato, Goux, De Prosperis e Olsen.

1910 Coppa Vetturette Sicilia - Giuppone su Lion-Peugeot sul Grande Circuito delle Madonie
Giosuè Giuppone in corsa sul Grande Circuito delle Madonie (Rapiditas, 1910)

Alle 14:20 tuonò la solita cannonata salutando l’arrivo di Giuppone, che percorse 300 chilometri in 5 ore e 25 minuti. Dopo 35 minuti arrivò Boillot, con un tempo migliore di 5 minuti di quello segnato dal compagno di squadra. Terzo fu Goux, che impiegò 5 ore e 31 minuti. Nella Targa Florio si affermò Cariolato su automobile Franco, con una ora di ritardo su Boillot.

Classifica Coppa delle Vetturette
Pos.Num.CorridoreVetturaGiriTempo
7Boillot Lion-Peugeot 2 5h20’43”
3Giosuè Giuppone Lion-Peugeot 2 5h25’35”
8Goux Lion-Peugeot 2 5h31’25”
Classifica Targa Florio
Pos.Num.CorridoreVetturaGiriTempo
6Cariolato Franco 2 6h20’47”
1De Prosperis Sigma 2  
R 5Olsen Lancia 1  
R 2Craviolo FIAT 0  
R 4De Seta SPA 0  

Coppa di Catalogna

Circuito di Mataró, Barcellona (Spagna)
Vetturette tipo Coupe de l'Auto

Per la terza e ultima edizione della Copa Catalunya gli organizzatori furono costretti al cambio del tracciato, abbandonando il circuito del Bajo Panadés a favore de circuito di Mataró, lungo quasi quindici chilometri tra Vilasar, Mataró e Argentona. Data la scarsa lunghezza della pista i giri da compiere furono portati a 22, per una distanza totale di 328 chilometri e 636 metri. Una novità importante fu l’impiego del cronometraggio elettrico messo a punto dal R.A.C.E., che fu usato in parallelo a quello manuale affidato a Meseguer e Martínez.

Tra gli undici iscitti venivano date come favorite la Hispano-Suiza e la Lion-Peugeot. Il costruttore Spagnolo mise in pista il nuovo modello a quattro cilindri, uscito pochi giorni prima dalla fabbrica, che affidò a Zuccarelli, Pilleverdier e Chassaigne, più una unità del modello dell’anno prima con al volante Carreras, giovane impiegato del servizio commerciale della casa. La Lion-Peugeot schierò la formazione collaudata: Giuppone e Boillot con il monocilindrico 100x250 e Goux con il bicilindrico 80x200. All’arrivo a Marsiglia però la vettura di Boillot subì dei danni che non gli permisero di partecipare alla corsa.

La partenza venne data alle 10 di mattina a d’Avaray su Crespelle, seguito a intervalli di un minuto da Pilleverdier su Hispano-Suiza, Goux su Lion-Peugeot, Zuccarelli e Chassagne su Hispano-Suiza, Giuppone su Lion-Peugeot, Carreras su Hispano-Suiza, Pujol (motociclista di casa) su Gregoire e Cusine su De Dion. Alvaro de Loma (rappresentante a Madrid della Sizaire-Naudin) al momento del via ebbe una panne alla vettura e fu costretto al ritiro.

1910 Coppa Catalogna - Giuppone alla partenza
Giuppone alla partenza della terza edizione della Coppa di Catalogna (Cartolina, 1910)

Durante i primi quattro giri Giuppone condusse a ritmi altissimi, facendo segnare al terzo passaggio il giro più veloce della gara in 10 minuti e 59 secondi, e aggiudicandosi la Coppa offerta dal Grupo Deportivo del Centro de Viajantes y Representantes de Barcelona per aver coperto i primi quattro giri nel minor tempo. Le due Hispano di Zuccarelli e Pilleverdier tennero egregiamente il passo, tanto che al quinto giro passarono al comando seguiti da Goux e Giuppone a poco più di un minuto. Il pilota italiano al settimo giro urtò le transenne in legno in una curva a Mataró, danneggiando leggermente lo sterzo.

1910 Coppa Catalogna - Giuppone su Lion-Peugeot
Giuppone in curva sul Circuito di Mataró (Archivio Manel Barò)

Le posizioni di testa rimasero invariate fino a metà gara quando le due Hispano vennero superate da Goux durante la sosta per fare rifornimento. Al quindicesimo giro il colpo di scena lo diede Zuccarelli, costretto al ritiro di fronte alle tribune. Pilleverdier passò al secondo posto ma dopo un giro Giuppone riconquistò la posizione. Goux mantenne la testa fino alla fine e si aggiudicò definitivamente la Copa Catalunya, avendola già vinta l’anno prima. Giuppone concluse secondo, mentre terzo arrivò l’esordiente Carreras su una Hispano Suiza dell’anno prima.

1910 Coppa Catalogna - Giuppone su Lion-Peugeot
Giosuè Giuppone dopo l'arrivo alla Coppa di Catalogna (Auto-Moto, 1918 - © Frederic Ballell / Arxiu Fotogràfic de Barcelona)
Classifica finale
Pos.Num.CorridoreVetturaGiriTempo
3Goux Lion-Peugeot 22 4h12’26.6”
6Giosuè Giuppone Lion-Peugeot 22 4h25’40.8”
7Carreras Hispano-Suiza 22 4h31’12.0”
5Chassaigne Hispano-Suiza 22 4h39’13.4”
R 2Pilleverdier Hispano-Suiza 19  
R 1d’Avary Crespelle 17  
R 4Zuccarelli Hispano-Suiza 15  
R 8Pujol Gregoire 13  
R 11Cusine De Dion 0  

Coppa Meuse

Béthane (Belgio)
Velocità, Vetturette

Il 12 giugno si corse la sesta edizione della Coupe de la Meuse, corsa in salita Belga organizzata dal giornale La Meuse di Liegi. La gara era un concours de rendement mixte pour voitures dove la classifica a punti era stilata in base al peso della vettura, alla velocità media, alla cilindrata, al tempo impiegato e a un coefficiente di resistenza all’aria. Il percorso era da Béthane a Baraque St. Michel, circa 13 chilometri di lunghezza con 455 metri di dislivello e pendenze dal 3% al 12%.

Ad ottenere il punteggio più elevato fu la Lion-Peugeot, che con Giuppone e Boillot sul monocilindrico 100x250 e con Goux sul bicilindrico 80x200 conquistò la testa della classifica generale di misura. Giuppone marcò il quarto miglior tempo assoluto dietro alle quattro cilindri Benz, Minerva e Springuel, le prime due nella classe Turismo e la terza nella classe Velocità.

1910 Coppa Meuse - Pubblicità Peugeot
I successi della Lion-Peugeot alla Coppa Meuse in Belgio (L'Auto, 1910)
Classifica classe Velocità, Vetturette
Pos.CorridoreVetturaTempoPunti
Giosuè Giuppone Lion-Peugeot 9'29.0” 174,800
Boillot Lion-Peugeot 9'43.2" 173,200
Goux Lion-Peugeot 9'53.2” 135,000

Corsa in Salita di Val Suzon

Digione (Francia)
Vetturette

Domenica 26 giugno ebbe luogo, nonostante la pioggia battente, la corsa in salita di Val Suzon, organizzata dall’ Automobile-Club Bourguignon. 15 motociclette e una trentina di vetture si confrontarono sui 5 chilometri di salita in pessime condizioni, risultando il più veloce Gasté su una Rossel da 120 cavalli a 6 cilindri, che migliorò di 4 secondi il record dell’anno prima marcando il tempo di 2 minuti e 49.2 secondi.

La Lion-Peugeot vinse in ben quattro categorie diverse, e nella quarta categoria bis giunse primo Boillot, seguito da Giuppone e Goux.

1910 Val Suzon - Pubblicità Lion-Peugeot
I successi Lion-Peugeot nella corsa in salita di Val Suzon (L'Auto, 1910)
Classifica categoria 4 bis
Pos.CorridoreVetturaTempo
BoillotLion-Peugeot3'03.0"
Giosuè GiupponeLion-Peugeot3'09.0”
GouxLion-Peugeot3'20.0”
ClereLorraine-Dietrich5'13.8”

Match Giuppone-Boillot-Goux

Velodromo Parco dei Principi, Parigi (Francia)
Vetturette

Martedi 28 luglio il quotidiano Comoedia tenne le feste artistico-sportive al valodromo di Parco dei Principi di Parigi. Tra gli eventi in programma spiccava il match di vetturette Lion-Peugeot in due manches fra Giuppone, Boillot e Goux.

1910 match Giuppone Boillot Goux
Le tre Lion-Peugeot di Giuppone, Boillot e Goux in linea per la partenza (La Vie Automobile, 1910)

Nella prima manche il vincitore fu Giuppone in 3 minuti e 45.6 secondi, seguito da Boillot e Goux; nella seconda manche l’ordine di arrivo si invertì, giungendo primo al traguardo Goux in 3 minuti e 50 secondi, secondo Boillot e terzo Giuppone. Nella classifica finale a punti i tre campioni della Lion terminarono pari merito con 4 punti ciascuno.

1910 match Giuppone Boillot Goux
Giuppone, Boillot e Goux a Parco dei Principi (gallica.bnf.fr / Bibliothèque nationale de France, 1910)

Ostende - Gara di 20 Chilometri

Ostende (Belgio)
Velocità, Vetturette max. 2200 cc.

Il classico appuntamento annuale con la Settimana Automobilistica di Ostende ebbe luogo dal 14 al 19 luglio. Giosuè Giuppone aveva preso parte al meeting Belga da motociclista nel 1905, 1906 e 1907 ottenendo in ogni occasione ottimi risultati, e dopo due anni di assenza vi tornò nel ruolo di automobilista.

Il programma prevedeva un Concours de Carrosserie, il Circuit du Litoral, una gara sui 20 chilometri e la prova del chilometro con partenza di slancio e da fermo. Vi parteciparono 21 macchine da corsa e 16 da Turismo, suddivise in più categorie in base alla cilindrata del motore. Il team Peugeot iscrisse tre vetturette nella seconda categoria (vetturette di cilindrata massima 2200 cc.) pilotate da Giuppone, Boillot e Goux, i primi due con il monocilindrico 100x250 e l’ultimo con il bicilindrico 80x192.

La prima gara della riunione si tenne venerdì 15 luglio sulla Route Royale da Ostende a Wenduyne, tratto di strada di 10 chilometri da percorrere all’andata e al ritorno, con la classifica finale basata sulla somma dei due tempi. Camille Jenatzy su Mercedes fu il più veloce di tutti di misura, percorrendo i 20 chilometri in 8 minuti e 52.4 secondi e abbassando il suo stesso record dell’anno prima di quasi 16 secondi. Il secondo miglior tempo assoluto lo fece Horner su Benz, seguito dalla Lion-Peugeot di Boillot, La Opel di Joerns, la FIAT di Mathis e l’altra Lion-Peugeot di Giuppone, sesto miglior tempo assoluto.

Classifica classe Velocità, vetturette cilindrata max. 2200 cc.
Pos.Num.CorridoreVetturaTempo
4BoillotLion-Peugeot10'25.2"
3Giosuè GiupponeLion-Peugeot11'21.0"
5GouxLion-Peugeot11'38.0"

Ostende - Chilometro Fermo

Ostende (Belgio)
Velocità, Vetturette max. 2200 cc.

Durante la seconda giornata di gare alla Semaine Automobile d’Ostende si svolsero le gare del chilometro con partenza lanciata e da fermo. La distanza doveva essere percorsa in entrambi i sensi, valendo la media dei tempi per la classifica finale.

Nella gara del chilometro con partenza da fermo fu nuovamente Jenatzy il più veloce di tutti con il tempo di 31.4 secondi, seguito da Helm su Benz e da Ferriol Jenatzy su una Pipe da Turismo. Nella seconda categoria delle vetture da corsa Giosuè Giuppone e Boillot terminarono dead heat in 43.2 secondi, terzo miglio tempo assoluto della classe Velocità.

Classifica classe Velocità, vetturette cilindrata max. 2200 cc.
Pos.Num.CorridoreVetturaTempo
3Giosuè GiupponeLion-Peugeot43.2"
4BoillotLion-Peugeot43.2"
5GouxLion-Peugeot47.4"

Ostende - Chilometro Lanciato

Ostende (Belgio)
Velocità, Vetturette max. 2200 cc.

Nella prova del chilometro lanciato Camille Jenatzy su Mercedes percorse la distanza classica prima in 23.4 secondi poi in 18.2 secondi; la media di 20.8 secondi rappresentava il nuovo record del mondo a 180 km/h di media. Nella seconda categoria delle vetture da corsa Boillot fu il più veloce (32.8 secondi - quinto miglior tempo assoluto) seguito da Goux e Giuppone.

Classifica classe Velocità, vetturette cilindrata max. 2200 cc.
Pos.Num.CorridoreVetturaTempo
4BoillotLion-Peugeot32.8"
5GouxLion-Peugeot
3Giosuè GiupponeLion-Peugeot

Ostende - 500 Metri Lanciati

Ostende (Belgio)
Velocità, Vetturette max. 2200 cc.

Durante la seconda prova sul chilometro vennero cronometrati gli ultimi 500 metri e ne venne fatta una classifica a parte. Nella seconda categoria delle vetture da corsa Giuppone e Boillot terminatoro nuovamente dead heat con stesso tempo di 17.2 secondi.

1910 Settimana Automobilistica di Ostende - Pubblicità Lion-Peugeot
Settimana Automobilistica di Ostende - Pubblicità Lion-Peugeot (L'Auto, 1910)
Classifica classe Velocità, vetturette cilindrata max. 2200 cc.
Pos.Num.CorridoreVetturaTempo
3Giosuè GiupponeLion-Peugeot17.2"
4BoillotLion-Peugeot17.2"
5GouxLion-Peugeot18.2"

Boulogne - Coppa Franchomme

Boulogne-sur-Mer (Francia)
Velocità, Vetturette tipo Coupe de l'Auto

La sesta edizione del Meeting de Boulogne si svolse il 20 e 21 luglio e come da tradizione vennero disputate la Coppa Franchomme e la Coppa Caraman-Chimay.

La Coppa Franchomme si tenne il primo giorno sulla strada da Coquelles a Saint-Inglevert - 7 chilometri di strada tortuosa con tre curve pronunciate. Camille Jenatzy con la sua Mercedes da 180 cavalli sfiorò i 150 km/h di media migliorando il record precedente di più di un minuto; la seconda migliore prestazione la fece Heine su Benz, seguito da Joerns su una Opel della classe Turimo. Nella categoria delle vetturette da corsa la Lion-Peugeot non ebbe rivali, piazzandosi Boillot, Giuppone e Goux ai primi tre posti.

1910 Boulogne - Giuppone su Lion-Peugeot
Giosuè Giuppone su vetturetta Lion-Peugeot a Boulogne (Allgemeine Automobil-Zeitung, 1910)
Classifica classe Velocità, vetturette
Pos.Num.CorridoreVetturaTempo
 Boillot Lion-Peugeot 4’09.4”
43Giosuè Giuppone Lion-Peugeot 4’27.0”
 Goux Lion-Peugeot 4’37.0”
 Delpierre Corre-La Licorne 5’21.6”
 Crespelle Crespelle 5’35.0”
 D’Avaray Crespelle 5’40.0”

Boulogne - Coppa Caraman-Chimay - corsa 3 km

Boulogne-sur-Mer (Francia)
Velocità, Vetturette tipo Coupe de l'Auto

La Coppa Caraman-Chimay venne disputata il secondo giorno e comprendeva tre prove con partenza da fermo: una di tre chilometri in piano, una in salita sul miglio e l’ultima in salita di 300 metri.

La gara di tre chilometri si svolse sulla strada de Colembert a La Capelle sotto una pioggia battente e un forte vento. Il miglior tempo lo fece Ferriol Jenatzy, fratello di Camille, su una Pipe da Turismo, seguito da Gasté su Rossel e Heine su Benz. Tra le vetturette da corsa il team Lion-Peugeot conquistò il podio con Boillot (quinto miglior tempo assoluto), Giuppone (sesto miglior tempo assoluto) e Goux nell’ordine.

Classifica classe Velocità, vetturette
Pos.Num.CorridoreVetturaTempo
 Boillot Lion-Peugeot 1’53.2”
43Giosuè Giuppone Lion-Peugeot 1’55.8”
 Goux Lion-Peugeot 2’06.6”
 Delpierre Corre-La Licorne 2’20.4”
 Crespelle Crespelle 2’23.8”

Boulogne - Coppa Caraman-Chimay - Miglio Fermo in Salita

Boulogne-sur-Mer (Francia)
Velocità, Vetturette tipo Coupe de l'Auto

La seconda prova della Coppa Caraman-Chimay era una corsa in salita sul miglio con partenza da fermo, svolta sulla strada fra Bainethun a Mont-Lambert.

Il più veloce di tutti fu Camille Jenatzy su Mercedes, che impiegò 1 minuto e 16 secondi, seguito dal fratello Ferriol su Pipe da Turismo e da Boillot su vetturetta Lion-Peugeot, ottimo terzo assoluto.

Classifica classe Velocità, vetturette
Pos.Num.CorridoreVetturaTempo
 Boillot Lion-Peugeot 1'29.8”
43Giosuè Giuppone Lion-Peugeot 1'37.6”
 Goux Lion-Peugeot 1'52.4”
 Crespelle Crespelle 2'11.2”
 Delpierre Corre-La Licorne 2'23.8”

Boulogne - Coppa Caraman-Chimay - 300 metri in salita

Boulogne-sur-Mer (Francia)
Velocità, Vetturette tipo Coupe de l'Auto

L’ultima prova della Coppa Caraman-Chimay era una corsa in salida con partenza da fermo sulla distanza di 300 metri, corsa sulla strada Porte-Gayole.

Il miglior tempo assoluto lo fece nuovamente Camille Jenatzy (14.2 secondi, record), inavvicinabile con la sua Mercedes da 180 cavalli. Tra le vetturette Giuppone fece la miglior prestazione, seguito da Boillot e Goux.

1910 Boulogne - Giuppone su Lion-Peugeot
Giosuè Giuppone primo di categoria nell'ultima prova della Coppa Caraman-Chimay (The Motor-Car Journal, 1910)
Classifica classe Velocità, vetturette
Pos.Num.CorridoreVetturaTempo
43Giosuè Giuppone Lion-Peugeot 19.8”
Boillot Lion-Peugeot 20.2”
 Goux Lion-Peugeot 21.6”
 Crespelle Crespelle 25.6”
 Delpierre Corre-La Licorne 28.0”

Provenza - Corsa in Salita di Val de Cuech

Avignone (Francia)
Vetturette

L’Automobile-Club di Salon organizzò per il 14 e 15 agosto il classico Meeting di Provenza, giunto ormai alla tredicesima edizione. La novità rispetto agli altri anni fu lo svolgimento di una corsa in salita da Salon a Alleins, sulla strada di Val de Cuech. Il percorso, il cui tratto rettilineo più lungo non superava i 50 metri, misurava quattro chilometri e mezzo con pendenza media del 5.5%.

Giosuè Giuppone alla guida del monocilindrico Lion-Peugeot fece il miglior tempo assoluto impiegando 4 minuti e 10.4 secondi, affascinando il pubblico per l’audace temerarietà con cui affrontava le difficli curve [L’Auto].

1910 Meeting di Provenza - Giosuè Giuppone su Lion-Peugeot
Giosuè Giuppone al Meeting di Provenza (La Vie Au Grand Air, 1910)

Provenza - Chilometro Lanciato

Avignone (Francia)
Vetturette

Durante la seconda giornata del Meeting di Provenza si corsero sulla strada da Salon a Arles le gare del chilometro lanciato e dei 5 chilometri.

Nella gara del chilometro lanciato il più veloce di tutti fu Gasté su Rossel a sei cilindri, che impiegò 23.2 secondi. Il secondo miglior tempo assoluto lo fece Giuppone in 31.8 secondi, primo della categoria vetturette.

Provenza - Gara di 5 Chilometri

Avignone (Francia)
Vetturette

L’ultima prova del Meeting di Provenza era una gara di 5 chilometri sulla strada tra Salon e Arles. Anche in questa occasione Gasté non ebbe rivali e fu il più veloce di tutti impiegando 2 minuti e 2.6 secondi. Dietro di lui Giuppone fermò il cronometro a 2 minuti e 39.8 secondi, primo della categoria vetturette.

Corsa in Salita di Monte Ventoso

Avignone (Francia)
Vetturette

La nona edizione della celebre corsa in salita di Monte Ventoso si svolse immediatamente dopo il Meeting di Provenza praticamente con gli stessi partecipanti; vi presero parte solo tredici vetture e quattro motociclette. Nonostante il numero esiguo di concorrenti i risultati furono notevoli e Georges Boillot su Lion-Peugeot monocilindrico fece il miglior tempo assoluto scalando i quasi 22 chilometri in 21 minuti e 30 secondi, mancando di poco il record dell’anno prima stabilito da Bablot su una Brasier a 4 cilindri molto più potente.

Le Hispano-Suiza di Zuccarelli, Chassaigne e Pilleverdier fecero una ottima impressione segnando il secondo, terzo e sesto miglior tempo assoluto; Giuppone giunse terzo nella categoria delle vetturette con il quinto miglior tempo assoluto dietro a Boillot e Chassaigne.

1910 Monte Ventoso - Pubblicità Lion-Giuppone
I successi Lion-Peugeot al Meeting di Provenza e Monte Ventoso (L'Auto, 1910)
Classifica categoria vetturette
Pos.CorridoreVetturaTempo
Boillot Lion-Peugeot 21’30.4”
Chassaigne Hispano-Suiza 22’31.4”
Giosuè Giuppone Lion-Peugeot 24’02.0”
Pilleverdier Hispano-Suiza 24’38.4”

Coppa delle Vetturette di Ostende

R
Ostende (Belgio)
Vetturette a 1 cilindro da 100 mm., a 2 cilindri da 80 mm. e a 4 cilindri da 65 mm.

Come l’anno prima l’Automobile-Club di Ostende organizzò una seconda riunione oltre alla Settimana Automobilistica, il Meeting di Ostende. Il programma rimase invariato e vennero disputati tre trofei: la Coppa Liedekerke e la Coppa di Ostende, riservate a vetture a quattro cilindri con alesaggio massimo rispettivamente di 106 mm. e 90 mm., e la Coppa delle Vetturette per macchine a un cilindro da 100 mm., a due cilindri da 80 mm. e a quattro cilindri da 65 mm.

Il circuito era lo stesso dell’edizione precedente, ossia Ostende, Middelkerke, Nieuport, Snaeskerke e Ostende, per un totale di circa 33 chilometri da percorrere 12 volte. Le iscrizioni non furono molto numerose e le tre prove vennero svolte contemporaneamente sotto una pioggia battente e un vento fortissimo; degli undici partenti, solo quattro riuscirono a portare a termine la gara.

La Coppa delle Vetturette fu contesa dalla Lion-Peugeot, con Giuppone, Boillot e Goux, e dalla Hispano-Suiza, con Zuccarelli, Pilleverdier e Chassagne. Al secondo giro Giuppone prese male una curva ad Ostende e andò a sbattere contro una ringhiera di ferro, rompendo irrimediabilmente il radiatore. Chassagne e Goux si ritirarono al nono e al penultimo giro e la vittoria la colse Zuccarelli su Hispano-Suiza, seguito da Boillot e Pilleverdier.

Classifica Coppa delle Vetturette
Pos.NomeMarcaGiriTempo
ZuccarelliHispano-Suiza 12 4h44’43.2”
BoillotLion-Peugeot 12 4h46’52.2”
PilleverdierHispano-Suiza 12 5h11’30.2”
R GouxLion-Peugeot 10  
R ChassagneHispano-Suiza 8  
R Giosuè GiupponeLion-Peugeot 1  

Coppa delle Vetturette

X
Boulogne-sur-Mer (Francia)
Vetturette

Durante il 1910 continuò la fase di stasi dell’automobilismo sportivo e la Coupe de l’Auto fu l’unica gara tipo Gran Premio in territorio Francese. Nonostante gli sforzi organizzativi arrivarono solamente 17 iscrizioni: tre Lion-Peugeot, tre Hispano-Suiza dalla Spagna, due Corre-La Licorne, due D.S.P.L. (fabbricate da d’Hespel), tre Calthorpe inglesi, una De Bazelaire, due Tribet e una Saint-Laune-Martinet. Quest’ultima, così come la Corre di Collomb, era dotata del nuovo motore De Dion 100x300, ammesso dal regolamento in quanto i limiti sulla corsa del pistone imposti l’anno prima erano stati aboliti.

La Lion-Peugeot presentò macchine nuove: il monocilindrico venne abbandonato in favore di un nuovo modello a quattro cilindri 65x260 affidato a Giuppone e Boillot, ed il bicilindrico venne rimpiazzato dall’ultimo V2 80x280 nelle mani di Goux.

Due giorni prima della gara, Giosuè Giuppone perse la vita in un incidente occorso verso le sei sera a Wirwignes, a circa 13 chilometri da Boulogne, mentre stava provando la nuova vettura. Giuppone era conosciuto e amato da tutti, ed il tragico evento produsse la più viva emozione.

In gara si contesero la vittoria le tre Hispano Suiza e le due Peugeot, e al termine dei 12 giri previsti il primo al traguardo fu Zuccarelli: per la prima volta la Coppa delle Vetturette fu vinta da una marca non francese e da un motore a quattro cilindri.